I dolci con la ricotta per me rappresentano il non plus ultra della bontà. Questa crostatina ha una frolla lavorabilissima, che quasi non richiede riposo in frigo, una morbida crema alla ricotta e ciliegie candite che danno un bel tocco di colore. Facilissima da fare, sia a mano che in planetaria, è perfetta per la merenda o per un’occasione speciale, anche da trasportare. Le ciliegie possono essere sostituite con quello che più piace, per avere ogni volta un gusto diverso. La base della crostata può essere utilizzata anche come guscio da cuocere da solo, e poi riempito a freddo con crema pasticcera e frutta fresca. Buona preparazione.

On air: Kate Bush - Babooshka

INGREDIENTI (per 1 crostata da 20cm di diametro*)

Per la frolla:

  • 100g farina di farro
  • 100g farina 00 debole
  • 100g burro
  • 70g zucchero a velo
  • 2 tuorli di uova grandi
  • 1g sale
  • scorza di 1/2 limone
  • semini di 1/2 bacca di vaniglia

Per il ripieno:

  • 250g ricotta vaccina
  • 1 uovo grande
  • 50g zucchero semolato
  • 100g ciliegie candite**
  • scorza di 1/2 limone

*per 1 crostata da 25cm di diametro raddoppiare le dosi, sia di frolla che di ripieno

**si possono sostituire, pari peso, con altra frutta candita (arancia, limone, cedro), gocce di cioccolato fondente, uvetta sultanina, amarene sciroppate

Per la frolla: in una ciotola (anche in planetaria, con la foglia) disporre le due farine, lo zucchero a velo, il sale, vaniglia e limone, burro FREDDO a pezzetti. Mescolare con la punta delle dite fino ad ottenere un composto sabbioso omogeneo (in planetaria ci vogliono 2-3′). Aggiungere i tuorli ed impastare fino ad ottenere una bella frolla liscia. Avvolgere in pellicola e mettere in frigo, mentre si prepara il ripieno.

Per il ripieno: mescolare con una spatola ricotta, uovo, zucchero e limone, ottenendo un composto omogeneo senza grumi. Aggiungere le ciliegie e distribuirle bene nel composto.

Riprendere la pasta frolla e stenderla ad uno spessore di 2-3mm. Rivestire uno stampo da crostata di 20cm di diametro (si può utilizzare uno stampo con fondo amovibile, oppure un anello microforato come faccio io: in questo caso dalla pasta si ritaglia un disco per il fondo, e poi delle striscioline per il bordo). Bucherellare il fondo della frolla con i rebbi di una forchetta, poi versarci sopra il ripieno, distribuendolo bene in uno spessore uniforme. Stendere i ritagli di pasta avanzati e creare delle striscioline, da intrecciare a piacere per formare delle losanghe. Cuocere in forno statico preriscaldato a 175° per circa 45′. Sfornare e far raffreddare 30′ nello stampo, prima di togliere il bordo amovibile oppure l’anello microforato. Far raffreddare completamente, spolverare con zucchero a velo (se piace), tagliare a fette e servire. Se non viene consumata in giornata, conservare in frigorifero per un paio di giorni. ENJOY!

SPELT TART WITH RICOTTA CREAM AND CANDIED CHERRIES

INGREDIENTS (for a 20cm tart pan*)

For the shortcrust pastry:

  • 100g spelt flour
  • 100g plain flour
  • 100g butter
  • 70g powdered sugar
  • 2 egg yolks, large
  • 1g salt
  • 1/2 lemon zest
  • 1/2 vanilla bean seeds

For the filling:

  • 250g ricotta cheese
  • 1 egg, large
  • 50g caster sugar
  • 100g candied cherries**
  • 1/2 lemon zest

*for a 25cm tart double the dose, both for pastry and for filling

**cherries can be replaced (equal weight) with other candied fruit (orange, lemon, cedar), dark chocolate drops, raisins, sour cherries in syrup

For the shortcrust pastry: in a bowl (or in a stand mixer, with the paddle attachment) place flours, powdered sugar, salt, vanilla and lemon, COLD butter cut into small pieces . Mix with the tip of your fingers until you obtain a homogeneous sandy mixture (in a stand mixer it takes 2-3′). Add egg yolks and knead until you get a nice smooth pastry. Cover with plastic wrap and refrigerate while preparing the filling.

For the filling: mix with a spatula ricotta cheese, egg, sugar and lemon, obtaining a homogeneous mixture without lumps. Add cherries and distribute them well in the mixture.

Take the pastry and spread it to a thickness of 2-3mm. Coat a 20cm tart mold (you can use a mold with a removable bottom, or a micro-perforated ring like me: in this case, cut a disk from the pastry for the bottom, and then strips for the edge). Prick the bottom of the pastry with the tines of a fork, then pour the filling over it, distributing it well in a uniform thickness. Spread the leftover dough scraps and create strips, to be woven as desired to form lozenges. Bake in the preheated oven at 175° for about 45′. Remove from the oven and let the tart cool in the mold for 30′, before removing the removable edge or the micro-perforated ring. Let it cool completely, sprinkle with powdered sugar (if you like it), cut into slices and serve. If you don’t consume all the tart during the same day, refrigerate for a couple of days. ENJOY!

A presto, Federica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...