L’unica cosa da dire è che quando ero piccola questi dolcetti non mi piacevano per nulla. Semplicemente perché odiavo la frutta secca, in particolar modo i fichi: mi sembrava dolcissima e nauseante. Li riconducevo allo Zelten, e io odio le torte secche, senza creme o frutta.
Da grande mi sono azzardata ad assaggiarne uno, ed è stata la mia rovina, perché da uno sono diventati tre o quattro.
Tipici della tradizione lombarda, da servire nella giornata del 2 novembre, sono a base di biscotti secchi tritati e tanta frutta secca, con l’aroma della cannella e il mio personale tocco di Amaretto di Saronno. Qualche versione prevede anche l’utilizzo del cacao, ma secondo me sono più buoni così.
Quest’anno la prima persona ad averli assaggiati è stata la mia cara amica Nadia, che ha dato il benestare alla pubblicazione di questa ricetta: perché le cose deliziose vanno condivise.

On air: Irma Thomas - Anyone Who Knows What Love Is (Will Understand)

INGREDIENTI (per 30 dolcetti)

  • 500g biscotti secchi*
  • 280g zucchero semolato
  • 250g farina tipo 1
  • 150g fichi secchi
  • 100g uvetta sultanina
  • 100g mandorle intere, pelate
  • 140g albume (4 albumi di uova grandi)
  • 200g vino bianco secco
  • 30g amaretto di Saronno
  • 4g cannella in polvere
  • 4g lievito per dolci
  • fogli di ostia**
  • zucchero a velo

*per una versione totalmente senza derivati del latte, procuratevi biscotti secchi opportunamente senza lattosio

**reperibili online o nei negozi di casalinghi molto forniti

In una ciotolina porre l’uvetta insieme all’amaretto di Saronno ed acqua tiepida (quanta ne serve per ricoprire completamente l’uvetta): far reidratare per 30′ quindi scolarla ed asciugarla bene con della carta da cucina.
In un food processor inserire i biscotti secchi e frullarli, riducendoli ad una farina sottilissima.
In una ciotola capiente inserire tutti gli ingredienti secchi: biscotti ridotti in polvere, farina, zucchero, fichi secchi tagliati a pezzetti, uvetta (ben asciugata), mandorle intere, cannella e lievito. Mescolare bene con un cucchiaio. Versarci sopra l’albume ed il vino bianco, ottenendo un composto corposo e leggermente appiccicoso.

Dai fogli di ostia ritagliare degli ovali della lunghezza di 8cm. Prelevare delle porzioni di impasto, più grandi di una noce, modellandole fra le mani per formare degli ovali. Disporre gli ovali sulle ostie, premendo con le dita per farli aderire bene. Disporre su 2 teglie, foderate con carta forno, lasciando un po’ di spazio fra l’uno e l’altro.
Cuocere i dolcetti in forno statico preriscaldato a 150°C per 30-35′: la superficie dei biscotti deve essere asciutta e soda al tatto.
Sfornare e far raffreddare bene su una gratella, quindi spolverare con zucchero a velo e servire.

ENJOY!

PAN DEI MORTI (BREAD OF THE DEAD)

A traditional Lombard recipe for All Souls’ Day.

INGREDIENTS (for 30 biscuits)

  • 500g biscuits (like Oro Saiwa, Oswego…)
  • 280g caster sugar
  • 250g semi-wholemeal flour
  • 150g dried figs
  • 100g raisins
  • 100g whole almonds, peeled
  • 140g egg white (4 large egg whites)
  • 200g dry white wine
  • 20g Amaretto di Saronno liquor
  • 4g cinnamon powder
  • 4g baking powder
  • wafer paper sheets
  • powdered sugar

Put the raisins in a small bowl together with the Amaretto di Saronno and lukewarm water (as needed to completely cover the raisins): let it rehydrate for 30′ then drain it and dry it well with kitchen paper.
In a food processor insert the biscuits and blend them, reducing them to a very thin flour.
In a large bowl insert all the dry ingredients: biscuits powder, flour, sugar, dried figs cut into small pieces, raisins (well dried), whole almonds, cinnamon and baking powder. Mix well with a spoon. Pour the egg white and the white wine over it, obtaining a full bodied and slightly sticky mixture.
From the wafer paper sheets cut out ovals of 8cm length. Take portions of dough, larger than a walnut, shaping them in your hands to form ovals. Arrange the ovals on the wafers, pressing with your fingers to make them adhere well. Arrange on 2 baking trays, lined with parchment paper, leaving some space between one and the other.
Bake the biscuits in the preheated oven at 150°C for 30-35′: the surface of the biscuits must be dry and firm to the touch.
Remove from oven and let cool on a wire rack, then dust with powdered sugar and serve. ENJOY!

A presto, Federica

2 risposte a "Pan dei morti"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...