Avete presente quelle giornate tranquille, in cui niente vi innervosisce, avete tutto il tempo che volete a vostra disposizione, siete perfettamente organizzati, avete tutti gli ingredienti che vi servono per le ricette che avete in mente, non dovete scattare foto con una mano sulla macchina fotografica e l’altra che intanto stende una lavatrice, vi godete una merenda con tutta la calma del mondo?
Io no. Per tutti gli altri, questa crostata è perfetta.

On air: Ennio Morricone - 1900's Madness #1

INGREDIENTI (per 1 crostata da 28-30cm di diametro)

Per la frolla alla nocciola:

  • 250g farina 00 debole
  • 75g nocciole tostate
  • 120g zucchero semolato
  • 110g burro*
  • 20g latte
  • 1 uovo grande*
  • 1g sale
  • semini di 1 bacca di vaniglia

Per la torta alla nocciola:

  • 100g fecola di patate
  • 50g nocciole tostate
  • 120g zucchero semolato
  • 120g burro*
  • 2 uova grandi*
  • 5g lievito per dolci
  • 1g sale
  • semini di 1 bacca di vaniglia

Per la farcitura:

  • 200g confettura di mirtilli rossi (o ribes, ricetta qui)

Per la decorazione:

  • 50g nocciole in granella

*Burro e uova devono essere a temperatura ambiente quindi, se normalmente li conservate in frigorifero, tirateli fuori almeno 1h prima di iniziare la preparazione della crostata.

Per la frolla alla nocciola: in un food processor tritare finemente le nocciole, di modo da ottenere una farina. Nella ciotola della planetaria (o in una ciotola normale, con le fruste elettriche), munita di foglia, inserire burro morbido e zucchero e montare per 2′, quindi aggiungere l’uovo ed il latte e mescolare ancora per 1′. Aggiungere farina, nocciole tritate, vaniglia e sale, mescolando brevemente di modo da ottenere una frolla molto morbida. Con l’aiuto di un cucchiaio disporre la frolla su un pezzo di pellicola, quindi avvolgerla, darci la forma di un panetto e spostare in freezer per 30′ (alternativamente in frigo per 2h).
Chiaramente è possibile prendersi per tempo, preparando la frolla il giorno prima: in questo caso, basta tirarla fuori dal frigo 30′ prima di stenderla, di modo che si ammorbidisca.

Per la torta alla nocciola: mentre la frolla riposa in freezer, in un food processor tritare finemente le nocciole, ottenendo una farina. In una ciotola inserire il burro morbido e lo zucchero, e montare con le fruste elettriche per 5′, finché il composto sarà chiaro e montato. Unire le due uova, una alla volta, facendo ben incorporare un uovo prima di aggiungere il successivo. Unire in ultimo, sempre mescolando con le fruste, fecola, nocciole tritate, lievito, vaniglia e sale, Mescolare giusto il tempo di ottenere un composto liscio.

Per il montaggio della crostata: riprendere la frolla dal freezer e stenderla con un mattarello su un foglio di carta forno infarinato, allo spessore di 2mm. Imburrare (senza infarinare) uno stampo per crostata col fondo amovibile, quindi rivestirlo con la pasta: rifilare bene i bordi, eliminando la pasta in eccesso. Bucherellare il fondo con i rebbi di una forchetta, quindi distribuirvi sopra la marmellata. Sopra alla marmellata disporre l’impasto di torta alla nocciola, livellandolo bene con un cucchiaio. Guarnire la superficie con la granella di nocciole quindi spostare in frigorifero intanto che si scalda il forno.

Preriscaldare il forno a 170°C, statico, quindi infornare la crostata e cuocere per circa 35-40′: la superficie dovrà essere dorata.
Sfornare e disporre su una gratella per dolci per 30′, quindi rimuovere lo stampo e far raffreddare completamente prima di servire.
Questa crostata rende il meglio di sé dopo qualche ora di raffreddamento, perché i sapori si saranno sposati alla perfezione. Ottima anche il giorno successivo.

ENJOY!

HAZELNUT AND CRANBERRY TART

For the hazelnut shortcrust pastry:

  • 250g pastry flour
  • 75g hazelnuts 
  • 120g caster sugar 
  • 110g butter*
  • 20g milk 
  • 1 egg, large*
  • 1g salt 
  • 1 vanilla bean seeds

For the hazelnut cake:

  • 100g potato starch 
  • 50g hazelnuts 
  • 120g caster sugar 
  • 120g butter*
  • 2 eggs, large* 
  • 5g baking powder 
  • 1g salt 
  • 1 vanilla bean seeds

For the filling:

  • 200g cranberry jam (or red currant jam, recipe here)

For the decoration:

  • 50g hazelnuts, chopped

*Have your butter and eggs at room temperature.

For the hazelnut shortcrust pastry: finely chop the hazelnuts in a food processor to obtain a flour. In the bowl of a stand mixer (or in a normal bowl, with the electric whisk), fitted with the paddle attachment, add butter and sugar and whisk for 2′, then add the egg and milk and mix again for 1′. Add flour, chopped hazelnuts, vanilla and salt, stirring briefly to obtain a very soft pastry. With the help of a spoon, arrange the pastry on a piece of plastic wrap, then wrap it, shape it into a loaf and move to the freezer for 30′ (alternatively in the fridge for 2h).
 Clearly it is possible to take it in time, preparing the pastry the day before: in this case, just take it out of the fridge 30′ before rolling it out, so that it softens.

For the hazelnut cake: while the pastry rests in the freezer, finely chop the hazelnuts in a food processor to obtain a flour. Put butter and sugar in a bowl and whisk with an electric whisk for 5′, until the mixture is clear and whipped. Combine the eggs, one at a time, incorporating one egg well before adding the next. Finally, always mixing with whisk, add potato starch, chopped hazelnuts, baking, vanilla and salt. Mix just enough time to obtain a smooth mixture.

To assemble the tart: take the pastry from the freezer and roll it out with a rolling pin on a sheet of floured parchment paper, to a thickness of 2mm. Grease (without flour) a tart mold (springform one), then cover it with the dough: trim the edges well, removing the excess dough. Prick the bottom with the tines of a fork, then spread the jam over it. Arrange the hazelnut cake mixture on top of the jam, leveling it well with a spoon. Garnish the surface with chopped hazelnuts then move to the refrigerator while the oven is heating up.

Preheat the oven to 170°C, static mode, then bake the tart for about 35-40′: the surface must be golden. 
Remove from the oven and place on a wire rack for 30′, then remove the mold and allow to cool completely before serving. 
This tart gives its best after a few hours of cooling, because the flavors will have combined perfectly. Also great the next day.

ENJOY!

A presto, Federica

Una risposta a "Crostata alle nocciole e mirtilli rossi"

Rispondi a ago nero Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...